slide1
slide2

Il Rifugio Rocca Sella

News & Appuntamenti

Accessibile in auto, il rifugio Rocca Sella si trova di fronte alla Sacra di S. Michele, a 1000 metri di quota e alle pendici della Rocca Sella, la più antica palestra di roccia dei torinesi, oggi frequentata meta escursionistica per la sua vicinanza a Torino e per i grandiosi panorami sulla pianura torinese e sulla bassa Valsusa.

Dispone di 9 letti a castello (18 posti) e offre cucina casalinga piemontese con prodotti tipici e del Paniere della Provincia di Torino, merende sinoire e servizio bar.

A fianco del rifugio sorgono una chiesa che custodisce una cripta paleocristiana del X° secolo e una grotta degli eremiti risalente a mille anni fa.

Gestore Rifugio Roccasella
Marco Bruno 331.83.36.868

rifugio

rocca sella

Il Rifugio Rocca Sella, un tranquillo luogo per rilassarsi, ma anche un posto tappa utile e raggiungibile per gli amanti dello sport.
Il territorio del comune di Caprie offre, agli appassionati di natura e sport, parecchie opportunità spaziando da piste ciclabili per mountain bike, sentieri balcone per escursioni a piedi, sentieri in pianura per escursioni a cavallo, palestre di roccia attrezzate a più livelli di difficoltà per chi vuole cimentarsi nell’arrampicata, vie ferrate, e punti di lancio per evoluzioni con parapendio, nonchè per i più temerari il Torrente Sessi offre una palestra naturale per scoprire il canyoning o torrentismo.

Escursioni

Gite escursionistiche

– Salita a Rocca Sella per la via normale ore 1,15’
– Salita al monte Sapei (1615 mt) ore 1,30’
– Anello Celle – Camparnaldo – Campambiardo – Celle 7 Km di cui 5 su sentiero e 2 su strada
– Celle – Combe – Fontana Barale – punta di Costafiorita ore 2,30’

Gite per escursionisti esperti
– Salita al monte Civrari (2302 mt.) ore 4,30’
– Salita alla Punta della Croce (2234 mt.) ore 4,30’
– Salita al colle del Colombardo (1898 mt.) via Combe e Alpe Minera ore 5
– Salita al colle del Colombardo via fontana Ciapè ore 5
– Anello del Civrari con salita da Celle e discesa a Niquidetto (o viceversa) ore 7

Vie d’arrampicata

Rocca Sella, cima vicinissima al Rifugio, costituisce, insieme alle Lunelle, una delle “storiche” palestre di arrampicata del My beautiful pictureTorinese. Essendo una zona ben esposta permette di prolungare la stagione.

Cresta Accademica

Via Gervasutti

Via  Mike

Via Alotto

Vedi anche le altre vie d’arrampicata di Caprie

Parapendio

parapendioE’ il classico volo invernale dei piloti torinesi. Ubicato all’inizio della valle di Susa, il volo di Caprie è raggiungibile dopo una camminata di una quindicina di minuti. Anche in presenza di condizioni stabili, a Caprie si termica con facilità  potendo  prolungare a piacimento il proprio volo in una stagione in cui spesso si hanno difficoltà a volare.

Quota decollo 1000
Quota atterraggio 395
Esposizione decollo Sud
Periodo consigliato Novembre – Marzo
Venti o condizioni meteo inadeguate Ovest

Canyoning o torrentismo

Canyon del Rio Sessicanyoning

difficoltà: v3 :: a4 :: II :: [scala difficoltà]
quota partenza (m): 610
lunghezza (km): 1
quota di arrivo (m): 390

copertura rete mobile
no operato: 0% di copertura
località partenza: Peroldrado (Caprie , TO )
cartografia: I.G.C .n.°17 Torino-Pinerolo e bassa Valle Susa

Accesso a valle:
Da Torino autostrada per Bardonecchia uscita casello di Avigliana Ovest.Proseguire per susa poi bivio a destra per Caprie.
Nelle vicinanze del ponte in via Nello Pettigiani parcheggiare 100 metri a monte dopo il bar area attrezzata con tavoli in legno.

Accesso a monte:
Dal ponte si supera la rotonda e si prosegue per Celle-Campambiardo stradina stetta che in 3,2 Km. circa vi porta a Pero Aldrado la strada perde un pò di quota e in breve si arriva al ponte del rio dove inizia la discesa.
note tecniche:
Canyon molto acquatico con la prima parte più aperta poi aumenta la pendenza progressivamente e si stringe nella parte finale.
Canyon attrezzato bene,con resinati e mancorrenti fissi.
14 calate alcune evitabili con tuffi. La più alta 21 mt.Corde consigliate 2 da 30 o 1 da 60.
descrizione itinerario:
30mt prima del ponte sentiero che in 2 minuti scende al torrente.

Rientro:
Una cinquantina di metri dopo l’ultima calata,ultimo salto da 3 mt.in breve in riva sinistra inizia il sentiero che in 15 minuti vi riporta al parcheggio.
altre annotazioni:
Canyon riservato martedì e mercoledì ai pescatori, e aperto da aprile a ottobre. Ingresso autorizzato dalle ore 10.

Falesie

Il comprensorio di Caprie è la più vasta area arrampicabile della Valle di Susa. Le numerose strutture, la quantità di vie, il comodo accesso, la breve distanza da Torino ne fanno una località molto frequentata. Purtroppo dopo la scomparsa del suo scopritore e infaticabile attrezzatore, Gian Carlo Grassi prima, e qualche anno dopo del suo degno successore Diego Cordola, una buona parte dei settori, ha subito un notevole degrado e presentano oggi una chiodatura obsoleta e non sempre affidabile, inoltre l’accesso ad alcuni di questi è reso difficile dalla vegetazione.
Ci sono comunque diverse falesie, che al contrario sono state ben rivalutate, sviluppate e rese sicure da una chiodatura ineccepibile, la roccia è un bel serpentino rugoso con abbondanza di tacchette a volte taglienti.

Approfondisci i vari settori (come raggiungerli, difficoltà, esposizione…)

Acido Formico- Sperone del Grande Ritornocaprie_Manitu_7a

Placca delle Malizie

Sperone del Paleolitico

Dahù

Estatè Superiore

Estate inferiore

Scoglio Solitario, Muro del Mago, Falesia della Farsa

Placche del paradiso

Muro di Vetro

Oasi dei Castagneti

Parete degli Haiku

Falesia del Silenzio

Paretine di Caprie

Ferrata di Rocca Bianca

Ancora una itinerario semplice e di grande soddisfazione, situato in bassa Valle di Susa, a pochi km da Torino e percorribile tutto l’ anno. La via ferrata si sviluppa sulle pareti rocciose che sovrastano il paese di Caprie. La roccia è un serpentino scuro, molto duro e lavorato, ricco di concrezioni, buchi, vasche e sculture, più tipiche dei calcari che delle serpentiniti.ferrata

L’ itinerario si snoda abilmente attraverso le pareti, sfruttando ampiamente le zone di maggior interesse e nel contempo senza creare cattivo impatto nell’ ambiente circostante. Dal punto di vista tecnico è diviso in due settori distinti, collegati tra loro da un sentiero. Il settore “Anticaprie” o “Basso” più facile ed appoggiato, ideale per una prima esperienza od anche per i più piccoli, con una sua discesa indipendente, il settore “Trapezio di Magia” oppure “Alto” che unito al precedente da origine ad un bellissimo itinerario di media difficoltà, con dislivello presso ché di 350 m., dove troviamo un ponte tibetano su due funi, lungo 25 m., poco impressionante ma molto panoramico, volendo evitabile per una variante appositamente attrezzata. Per finire, dalla sommità, suggestiva e paesaggistica, un comodo sentiero riconduce in poco di più di mezz’ora alla base. Dove sorge una grossa falesia d’ arrampicata, completamente rivista e richiodata, con parecchie vie fino a 4 lunghezze di corda e con un ampia gamma di difficoltà.

Difficoltà PD – via ferrata,  dislivello 350 m. tempo complessivo necessario 2 – 3  h.

Approfondimento via Ferrata

Mountain bike

Giro dei Tre Valloni

Cinque comuni uniti in un solo progetto nell’ottica di una valorizzazione dei percorsi di mountain-bike e del territorio stesso, al fine di una promozione turistica che coniuga al suo interno anche una sana attivita’ sportiva. Puo’ essere sintetizzata in questo modo la proposta del “Giro dei tre valloni“, che vede coinvolti i Comuni di Caprie, Almese, Condove, Rubiana e Villardora e prende il nome dal fatto che, snodandosi sul loro territorio, interessa i valloni dei torrenti Sessi, Gravio e Messa.

Vedi altri itinerari.

Cosa puoi fare

  • Mangiare

    Elenco contenuti va qui

  • Dormire

    Elenco contenuti va qui

  • Fare escursioni

    Elenco contenuti va qui